Scrivere non vuol dire fare psicoterapia, anche se può avere un effetto terapeutico…scrivere è qualcosa di più profondo di una psicoterapia. Si scrive attraverso la sofferenza. Dobbiamo esprimere il nostro dolore, e così facendo compiere un atto di rinuncia

(Scrivere Zen, Goldberg, 1987, Astrolabio).