Osservo

come funziono, come mi propongo, come reagisco.

Osservo

in qual modo vivo la paura, la libertà, il dolore, la gioia.

Osservo

come vivo la vita, la morte, l’amore, l’odio

e ancora

in qual modo avanzo di un passo, come indietreggio di un passo,

come voglio e desidero, come sento, come ascolto.

Mi osservo

e ti libero o servo

perchè tu possa regalarmi la resa.