Una freccia illumina l’orizzonte;

un riflesso che passa

e resta nel piano.

Tasti che salutano,

corde che vibrano.

L’universo suona se stesso

e quella luce saluta la vita.

Ben arrivata sorgente che c’eri,

buon viaggio gente che ci sarai

in questa terra unica e bella ricca di te.