GLI ELEMENTI DONATI

Gli occhi del bimbo guardano in alto.

Cercano di fecondare lo spirito.

Le mani prendono il vento.

Il ricordo di un fuoco lo investe.

Lo sente esistente nell’anima.

Le ginocchia si piegano .

Ora è  fermo, con la schiena e la testa piegate.

Gli occhi umili e affamati si alimentano in basso.

Afferra la terra e la porta alla bocca.

Un pasto da re.

Ma non è la realtà.

La pioggia lo ridesta, lo disseta.

Comincia il cammino per tornare a casa…